• immaservillo

Come riconoscere e affrontare gli attacchi di panico?



Un attacco di panico consiste nella comparsa improvvisa di paura o disagio intensi che raggiunge il picco in pochi minuti, periodo durante il quale si verificano sintomi fisici e cognitivi. Continua a leggere l’articolo per scoprire tutto sugli attacchi di panico: caratteristiche, sintomi e trattamenti.



Come si manifestano gli attacchi di panico?


Gli attacchi di panico si manifestano improvvisamente con un senso di paura verso un pericolo non reale e provocano sintomi somatici e cognitivi.


Un attacco di panico può essere inaspettato, quando non vi è un chiaro elemento scatenante al momento dell’avvenimento, oppure può essere atteso, quando vi è un chiaro elemento scatenante.


Se vi sono ricorrenti attacchi di panico, per lo più inaspettati, accompagnati oltre da sintomi fisici anche da timori relativi agli attacchi di panico o alle loro conseguenze e/o accompagnato dalle modificazioni del comportamento, si può parlare di "disturbo da panico".


Vediamo nel dettaglio quali sono i sintomi provocati dagli attacchi di panico:


SINTOMI SOMATICI:

- tremori;

- dolori al petto;

- sudorazione eccessiva;

- nausea;

- vampate di calore oppure brividi;

- vertigini;

- sensazione di svenimento;

- sensazione di soffocamento;

- formicolio;

- palpitazioni e battito accelerato.


SINTOMI COGNITIVI:

- paura di perdere il controllo;

- paura di morire;

- derealizzazione;

- depersonalizzazione (essere distaccati da se stessi).


I sintomi variano da persona a persona sia per tipologia che per intensità ma generalmente ad ogni attacco di panico sono collegati almeno 4 sintomi.


Ma per quale motivo si scatenano gli attacchi di panico? Per scoprirlo, continua a leggere l’articolo.



Quali sono le cause degli attacchi di panico?


Ma quali sono le cause scatenanti degli attacchi di panico? Attualmente non sono ancora chiare le cause ma esistono diversi fattori psicologici e fisiologici che possono intervenire per innescare l’attacco di panico.


Sicuramente fra le cause più comuni che generalmente possono attivare una crisi di panico possiamo menzionare:

  • traumi;

  • perdita di un familiare o di una persona cara;

  • situazioni di stress elevato (matrimonio, divorzio…);

  • problematiche economiche o legate alla sfera affettiva e lavorativa;

  • cambiamenti legati alla sfera affettiva e lavorativa;

  • insorgenza di malattie gravi.


Inoltre possono manifestarsi nelle persone che soffrono di un disturbo d’ansia ma possono verificarsi anche nel contesto di qualsiasi disturbo mentale.


Come si curano gli attacchi di panico.


Quando gli attacchi di panico sono isolati, solitamente, non richiedono un trattamento specifico. Diversamente, quando gli attacchi di panico diventano ricorrenti, è necessario richiedere il supporto di uno Specialista che è in grado di individuare il trattamento più appropriato.

Sicuramente la Psicoterapia risulta essere il trattamento principale associato talvolta a dei trattamenti farmacologici.

Nel mio studio mi occupo della gestione di questa tipologia di disturbi organizzando insieme al paziente un percorso specifico da seguire.


Conclusioni.


Concludendo, abbiamo visto nel dettaglio che cosa sono gli attacchi di panico e quali sono i sintomi (fisici e cognitivi) con cui si manifestano. Poi mi sono soffermata sulle cause più comuni che possono provocarli ed infine come si può procedere per trattarli.


Per maggiori informazioni su come si può intervenire per trattare gli attacchi di panico, non esitare a contattarmi.


Mi raccomando, seguimi anche sui miei canali Social per scoprire i miei servizi e per leggere tanti consigli utili. Mi trovi su Facebook e su Instagram.


Per prenotare una 𝗣𝗿𝗶𝗺𝗮 𝗖𝗼𝗻𝘀𝘂𝗹𝗲𝗻𝘇𝗮 o per chiedere 𝗜𝗻𝗳𝗼𝗿𝗺𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶, puoi contattarmi:

- al 𝗻𝘂𝗺𝗲𝗿𝗼: 3392340978

- all'indirizzo 𝗲-𝗺𝗮𝗶𝗹: imma_servillo@hotmail.it

Ricevo in Studio a Pescara su appuntamento in Via Carducci, 71 e anche on-line.

-

Dott.ssa Imma Servillo



25 visualizzazioni0 commenti